Come proteggere i bambini dal sole

bambini e sole

I bambini hanno una pelle molto delicata, per proteggerli da fastidiose irritazioni e scottature da sole, è
importante evitare di portarli in spiaggia nelle ore più calde della giornata e di non dimenticare mai di
applicare la giusta crema solare.

Il sole stimola lo sviluppo delle ossa e il sistema immunitario, quindi, in generale, fa bene ai bambini, ma
è importante proteggerli dai raggi solari, poiché la loro pelle è più sensibile rispetto a quella degli adulti.
La scelta della crema solare deve essere fatta optando per una che sia adatta alla pelle dei più piccoli.
Inoltre usare un cappellino e, se necessario, una maglietta di cotone quando il sole è forte.

I CONSIGLI PER PROTEGGERE I BAMBINI DAL SOLE

1. Evitare di portare i bambini in spiaggia nelle ore più calde della giornata, cioè tra le 12 e le 16. Tenere i
bambini, soprattutto entro il primo anno di vita, all’ombra quanto più possibile.

2. Portare sempre in spiaggia la crema solare adatta, che abbia un livello di protezione molto alto e in
grado di resistere all’acqua. Meglio se fatta con ingredienti naturali.

3. Applicare la crema solare più volte al giorno.

4. Se la crema si usa per la prima volta, applicarla inizialmente su una piccola parte del corpo, per
assicurarsi che il bambino non vada incontro a possibili reazioni allergiche.

5. Assicurarsi che il bambino beva molta acqua e mangi tanta frutta e verdura fresche. In questo modo,
non mancherà la giusta quantità di liquidi, vitamine e sali minerali.

6. Se il bambino assume dei farmaci, chiedere al pediatra un consiglio su come comportarsi in merito
all’esposizione al sole.

7. Dopo il mare, tornati a casa, utilizzare una crema doposole per idratare profondamente la pelle del
bambino.

8. È consigliato anche l’uso degli occhiali da sole, purché le lenti siano conformi alle direttive europee.
Servono per proteggere sia gli occhi, prevenendo infiammazioni e piccoli fastidi, sia la pelle delicata del
contorno occhi.

MITI DA SFATARE

1. Bagnare la testa invece che indossare un cappellino.
L’acqua da sola non scherma dai raggi UV, anzi riflette e aumenta il rischio di colpi di sole e scottature.
2. Sotto l’ombrellone non serve la crema protettiva.
I raggi UV passano lo stesso, anche attraverso le nuvole e l’ombrellone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *