Metodi per calcolare la massa grassa

massa grassa

Il calcolo della massa grassa in percentuale sul nostro peso totale è importantissimo per conoscere la propria forma e si aggiunge agli indicatori come il BMI (Body Mass Index) che non considerano questo fattore. I metodi più conosciuti e comuni che permettono di calcolare la massa grassa presente in corpo sono 3, prosegui nella lettura per conoscerli tutti!

Il primo metodo ha a che fare con l’uso di una speciale formula matematica utilizzata anche nei test fisici della marina americana. Per calcolare la percentuale di massa grassa occorre misurare, con un metro da sarto, la circonferenza del girovita, del collo e dei fianchi.

Una volta prese queste tre misure, basta inserirle nei campi indicati nei più comuni siti internet a riguardo (che richiedono anche il sesso e l’altezza) e premere su ”Calcola” per poter leggere il risultato.

Il secondo metodo riguarda l’uso di un plicometro: è una sorta di pinza legata ad una scala di valori utili a misurare la percentuale di massa grassa in quattro zone del corpo: bicipite, tricipite, scapola e addome. Il costo medio di un plicometro di qualità, online, è di circa 20 euro.

 

Il terzo metodo invece comprende l’uso di una bilancia provvista di un impedenziometro: durante la pesatura, un lieve impulso elettrico (totalmente indolore) passa attraverso il corpo permettendo l’analisi dell’impedenza bioelettrica (BIA). In base al tipo di bilancia in possesso, si avranno indicazioni con vari tipi di dettagli.

Le bilance con elettrodi solo sulla base, indicano solo i valori di percentuale di massa grassa e percentuale di massa magra complessivi; quelle munite di elettrodi anche su speciale manubrio da impugnare, forniscono quei valori suddivisi anche per zona del corpo: tronco, braccia e gambe. La migliore bilancia ”evoluta” è la Tanita, utilizzata anche dai nutrizionisti di Herbalife, indica anche la massa muscolare.

Esiste una tabella resa disponibile e messa a punto dall’ACE (American Council on Exercise) che aiuta ad avere un quadro definito del vero stato forma in base alla percentuale di massa grassa; l’unica pecca è che non considera l‘età e quindi può aiutare piuttosto gli adulti tra i 18 ed i 70 anni. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *