I difetti della vista: breve glossario

Quando noi guardiamo un oggetto, abbiamo solitamente l’impressione che i nostri occhi siano “fissi” su quanto stiamo osservando, ma si tratta in realtà di un’impressione sbagliata, i nostri occhi infatti, non si limitano ad esaminare un punto dell’oggetto, ma lo esplorano compiendo tanti piccoli spostamenti.

In ogni istante della veglia (ma anche durante il sonno vi è una fase caratterizzata da rapidi movimenti degli occhi) i nostri occhi sono attivi, quasi irrequieti! Pressoché senza sosta, essi compiono una serie di brevi scatti, seguendo sopratutto dei tragitti a cerchio, e soffermandosi per brevi periodi sugli angoli degli oggetti e delle figure. Esperimenti hanno dimostrato che senza questi piccoli e frequentissimi movimenti degli occhi (ne compiamo in media 100 000 al giorno) la nostra visione diviene confusa.

Non sempre i nostri occhi ci consentono di vedere perfettamente. Vediamo quali sono i difetti più comuni.

– L’occhio non riesce a mettere a fuoco gli oggetti lontani: questo difetto si chiama miopia, ed è dovuto ad un eccessivo allungamento dell’occhio o ad un eccessivo spessore del cristallino, in genere la miopia compare nell’adolescenza. Per correggere questo difetto si usa una lente concava che, prolungando il tragitto dei raggi luminosi, fa sì che questi si concentrino esattamente sulla retina.

– L’occhio non riesce a mettere a fuoco gli oggetti più vicini. Questo difetto può dipendere da un “accorciamento” dell’occhio, e in tal caso viene detto ipermetropia, o dall’indebolimento dei muscoli che contraendosi, provocano l’ispessimento del cristallino, e in tal caso si parla di presbiopia. Mentre l’ipermetropia, in genere si manifesta sin dalla nascita, la presbiopia è tipica delle persone anziane. La correzione dell’ipermetropia si ottiene con l’impiego di una lente convessa, che accorcia il tragitto dei raggi luminosi, facendolo concentrare sul fondo della retina.

– L’occhio vede immagini leggermente deformate: questo difetto dovuto ad un irregolare curvatura della cornea, viene detto astigmatismo.

– L’occhio non riesce a distinguere tutti i colori: questo raro difetto ereditario è detto daltonismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *