Tutto ciò che devi sapere sulla dieta Atkins

dieta Atkins

La dieta Atkins, molto popolare negli Stati Uniti, consiste nel ridurre molto i carboidrati e aumentare il consumo di proteine e grassi.
E’ stata a lungo considerata pericolosa per la salute, ma è stata da poco rivalutata perché alcuni studi dimostrano che chi la segue ha un livello maggiore di HDL (colesterolo ”buono” che previene l’arteriosclerosi). Leggi per tutte le info.

L’organismo brucia sia i carboidrati che i grassi per produrre energia. I carboidrati sono i primi ad essere metabolizzati. Se l’assunzione di carboidrati è ridotta, l’organismo utilizza i grassi accumulati come fonte primaria, e ciò porta ad una riduzione del peso corporeo e della massa grassa.

Per ogni individuo c’è una soglia di assunzione di carboidrati sotto la quale l’organismo brucia i grassi e si perde peso, detta “livello critico di carboidrati per la perdita” (CCLL). Se l’assunzione di carboidrati supera la soglia, si ha un accumulo di grasso e un aumento di peso. Ognuno ha un “Livello critico di carboidrati per il mantenimento del peso” (CCLM).

Alla base della dieta Atkins vi sono quattro fasi. Innanzitutto si riduce il consumo di carboidrati a 20 gr al giorno (specie tramite insalate). Si aggiungono quelli ricchi di fibre e nutrienti, aumentandone di 25 gr al giorno durante la prima settimana, 30 gr nella seconda e così via fino alla perdita di peso; togliere poi 5 gr di carboidrati al giorno per raggiungere il peso ideale.

Effettuare il mantenimento aumentando l’assunzione di 10 gr a settimana fino alla stabilità e poi informarsi su numerosi alimenti che consentano il mantenimento del peso e del senso di benessere.

Vari studi, tuttavia, hanno dimostrato che diete come la Atkins possono provocare la chetosi, un disturbo metabolico causato dall’abbassamento dei livelli di glucosio nel sangue e che comprende anche perdita di calcio e rischio di osteoporosi e calcoli renali.

Se seguita in modo rigoroso, con controllo medico, attività fisica e tutte le integrazioni necessarie, permette una rapida perdita di peso senza problemi. Come abitudine alimentare definitiva, però, è consigliabile una dieta varia adatta al contesto culturale e alimentare della zona di provenienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *